RistrutturiAMO 110%

Come funziona e quali sono i requisiti per accedere alle detrazioni

Il Decreto Rilancio e 110% prevede una serie di incentivi e detrazioni fiscali per coloro che decideranno di ristrutturare la propria casa, con l’obiettivo ultimo di raggiungere un buon livello di efficienza energetica per la propria abitazione.

RistrutturiAMO ITALIA è a tua disposizione per fornirti tutte le informazioni e consigli su quali lavori eseguire e sulle procedure per ottenere il rimborso.

Se hai qualche domanda, non esitare a contattarci

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

La casa secondo noi

Gli incentivi previsti

Isolamento termico

Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate con un'incidenza superiore al 25% della superficie totale dell’edificio.

Impianti a condensazione

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza energetica almeno pari alla classe A.

Impianti a pompa di calore

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore.

Scopri di più...

  • I condomini.
  • Persone fisiche proprietarie di unità immobiliari.
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) e enti con medesime finalità.
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivise, come organizzazioni non lucrative di utilità sociale, o associazioni e società sportive dilettantistiche.

  • Occorre migliorare di almeno due classi energetiche oppure conseguire la classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.)
  • Occorre presentare per via telematica un documento di asseverazione rilasciata dai tecnici abilitati al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento.

Le attestazioni devono essere fatte da iscritti agli Albi professionali.

  • In caso di interventi antisismici sarà necessario presentare un documento di asseverazione che attesti la classe di rischio prima e dopo gli interventi eseguiti.

Gli interventi nel dettaglio

Questi interventi includono tutti i lavori  svolti per ridurre la trasmittanza termica U e in generale per migliorare le condizioni termiche delle strutture esistenti:

  • Fornitura e messa in opera di materiale coibente 
  • Demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo
  • Demolizione, ricostruzione o spostamento degli impianti tecnici delle superfici interessate
  • Interventi che comportano una riduzione della trasmittanza termica U delle finestre, comprensive degli infissi.
  • Fornitura e installazione di sistemi di schermatura solare e/o chiusure tecniche oscuranti mobili.

Rientrano tutti gli interventi che riguardano la climatizzazione invernale e/o la produzione di acqua calda e l’installazione di sistemi di building automation attraverso:

  • Fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché opere idrauliche e murarie necessarie.
  • Smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente, fornitura e posa in opera delle apparecchiature termiche, meccaniche ed elettroniche, idrauliche e murarie necessarie.

Tra gli interventi possibili possiamo elencare:

  • Riparazione su alcuni elementi strutturali per aumentare resistenza e/o duttilità.
  • Interventi di miglioramento per ottenere una maggior sicurezza strutturale dell’edificio pari almeno al +10% dell’azione sismica a cui è soggetta l’abitazione.
  • Intervento di adeguamento, per rendere la struttura sicura allo stesso livello di un edificio di nuova costruzione.

Per accedere alle agevolazione del bonus 110% occorre seguire delle procedure ben precise.

Di seguito i principali passaggi:

  • Depositare in Comune la relazione tecnica
  • Acquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la congruenza dei costi massimi unitari e la rispondenza dell’intervento rispetto ai requisiti
  • Acquisire l’attestato di prestazione energetica
  • Acquisire, se necessario, la certificazione delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica
  • Salvo cessione del credito, effettuare il pagamento dei lavori tramite bonifico bancario e conservare le fatture o le ricevute fiscali
  • Trasmettere all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori, i dati contenuti nella scheda descrittiva degli interventi realizzati

Intervento

Spesa massima ammissibile (€)

Aliquota detrazione

N° di anno su cui ripartire la detrazione

Interventi di isolamento delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano almeno il 25% dell’involucro dell’edificio

#

110%

Installazione collettori solari termici

30.000

110% 

5

Caldaie a condensazione

30.000

110%

5

Impianti di climatizzazione a pompa di calore

30.000

110%

5

Impianti di climatizzazione con apparecchi ibridi

30.000

110%

5

Microgeneratori

30.000

110%

5

Scaldacqua a pompa di calore

$

110%

5

Allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente

30.000

110%

5

Interventi antisismici

96.000

110%

5

Fonte: Sole24Ore

# Euro 50.000 per gli edifici unifamiliari o indipendenti: Euro 40.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio da due a 8 unità; Euro 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio composto da più di 8 unità.

$ Euro 20.000 moltiplicati per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio fino a 8 unità; Euro 15.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio composto da più di 8 unità.

La cessione del credito

La normativa che regola il bonus 110% prevede due strade alternative per fruire della detrazione fiscale:

  • Ottenere uno sconto dal fornitore che potrà poi usufruire del bonus fiscale.
  • Cedere direttamente il credito ad un altro soggetto (impresa o banche)

Per verificare quali imprese di RistrutturiAMO Italia sono disponibili per la cessione parziale o totale del credito, consultare la scheda fornitore sulla mappa.

Superbonus_110%

RistrutturiAMO 110%

Come funziona e quali sono i requisiti per accedere alle detrazioni

Eseguiamo ristrutturazioni in appartamenti, ville e casolari, garantendo qualità e puntualità, ad un prezzo accessibile. Affidati a una rete di oltre 25 imprese distribuite su tutto il territorio nazionale.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO
Super_Bonus_110%_II

La casa secondo noi

Gli incentivi previsti

Isolamento termico

Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate con un'incidenza superiore al 25% della superficie totale dell’edificio.

Impianti a condensazione

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza energetica almeno pari alla classe A.

Impianti a pompa di calore

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore.

Con l’unica condizione che vengano eseguiti in concomitanza ad almeno uno dei precedenti, anche i seguenti interventi rientrano nella detrazione al 110%:

  • Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica.
  • Installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici, purché l’energia non autoconsumata venga ceduta in favore del Gestore dei servizi energetici (GSE).
  • Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Nelle agevolazioni coperte al 110% rientrano inoltre:

  • Interventi di messa in sicurezza antisismica delle abitazioni.
  • Sistemi di monitoraggio strutturale continua fini antisismici.

Rientrano tra le spese detraibili anche i costi sostenuti per il rilascio delle attestazioni, delle asseverazioni, e del visto di conformità.

  • CHI PUO' RICHIEDERE LE DETRAZIONI AL 110% PER GLI INTERVENTI SVOLTI?
  • REQUISITI PER ACCEDERE AL BONUS 110%
  • I condomini
  • Persone fisiche proprietarie di unità immobiliari
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) e enti con medesime finalità
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivise, come organizzazioni non lucrative di utilità sociale, o associazioni e società sportive dilettantistiche.
  • Occorre migliorare di almeno due classi energetiche oppure conseguire la classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.)
  • Occorre presentare per via telematica un documento di asseverazione rilasciata dai tecnici abilitati al termine dei lavori o per ogni stato di avanzamento.

Le attestazioni devono essere fatte da iscritti agli Albi professionali.

  • In caso di interventi antisismici sarà necessario presentare un documento di asseverazione che attesti la classe di rischio prima e dopo gli interventi eseguiti.

Iscriviti alla newsletter

Gli interventi nel dettaglio

Questi interventi includono tutti i lavori  svolti per ridurre la trasmittanza termica U e in generale per migliorare le condizioni termiche delle strutture esistenti:

  • Fornitura e messa in opera di materiale coibente 
  • Demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo
  • Demolizione, ricostruzione o spostamento degli impianti tecnici delle superfici interessate
  • Interventi che comportano una riduzione della trasmittanza termica U delle finestre, comprensive degli infissi.
  • Fornitura e installazione di sistemi di schermatura solare e/o chiusure tecniche oscuranti mobili.

Rientrano tutti gli interventi che riguardano la climatizzazione invernale e/o la produzione di acqua calda e l’installazione di sistemi di building automation attraverso:

  • Fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché opere idrauliche e murarie necessarie.
  • Smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente, fornitura e posa in opera delle apparecchiature termiche, meccaniche ed elettroniche, idrauliche e murarie necessarie.

Tra gli interventi possibili possiamo elencare:

  • Riparazione su alcuni elementi strutturali per aumentare resistenza e/o duttilità.
  • Interventi di miglioramento per ottenere una maggior sicurezza strutturale dell’edificio pari almeno al +10% dell’azione sismica a cui è soggetta l’abitazione.
  • Intervento di adeguamento, per rendere la struttura sicura allo stesso livello di un edificio di nuova costruzione.

Per accedere alle agevolazione del bonus 110% occorre seguire delle procedure ben precise.

Di seguito i principali passaggi:

  • Depositare in Comune la relazione tecnica
  • Acquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la congruenza dei costi massimi unitari e la rispondenza dell’intervento rispetto ai requisiti
  • Acquisire l’attestato di prestazione energetica
  • Acquisire, se necessario, la certificazione delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica
  • Salvo cessione del credito, effettuare il pagamento dei lavori tramite bonifico bancario e conservare le fatture o le ricevute fiscali
  • Trasmettere all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori, i dati contenuti nella scheda descrittiva degli interventi realizzati

 

Intervento

Spesa massima ammissibile (€)

Aliquota detrazione

N° di anno su cui ripartire la detrazione

Interventi di isolamento delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano almeno il 25% dell’involucro dell’edificio

#

110%

Installazione collettori solari termici

30.000

110% 

5

Caldaie a condensazione

30.000

110%

5

Impianti di climatizzazione a pompa di calore

30.000

110%

5

Impianti di climatizzazione con apparecchi ibridi

30.000

110%

5

Microgeneratori

30.000

110%

5

Scaldacqua a pompa di calore

$

110%

5

Allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente

30.000

110%

5

Interventi antisismici

96.000

110%

5

Fonte: Sole24Ore

 

# Euro 50.000 per gli edifici unifamiliari o indipendenti: Euro 40.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio da due a 8 unità; Euro 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio composto da più di 8 unità.

$ Euro 20.000 moltiplicati per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio fino a 8 unità; Euro 15.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio composto da più di 8 unità.

La cessione del credito

La normativa che regola il bonus 110% prevede due strade alternative per fruire della detrazione fiscale:

  • Ottenere uno sconto dal fornitore che potrà poi usufruire del bonus fiscale.
  • Cedere direttamente il credito ad un altro soggetto (impresa o banche)

Per verificare quali imprese di RistrutturiAMO ITALIA sono disponibili per la cessione parziale o totale del credito, consultare la scheda fornitore sulla mappa

Torna su